PDA

Visualizza Versione Completa : Lista P2



ABO
20-11-2008, 16: 34
eccoli qua,ce ne'di belle a spulciare.:phear:

http://it.wikipedia.org/wiki/Lista_appartenenti_alla_P2

ABO
20-11-2008, 16: 42
magg. Giuseppe Aleffi, noto "Pino" (Pisa, 762) (comandò nuclei SIOS di Marisardegna e Camen, ex deputato di Forza Italia, relatore di un disegno di legge per la concessione dell'uso della bandiera nazionale al Corpo speciale volontario ausiliario dell'esercito dell'Associazione dei cavalieri italiani del Sovrano militare ordine di Malta, non rieletto nel 2001, candidato alla Camera con Italia dei Valori [4])

ABO
20-11-2008, 16: 46
questo e'un grande!!!!!!!!!

principe Giovanni Alliata Di Montereale (Roma, passato al Grande Oriente, 361) (Nato a Rio de Janeiro nel 1921, muore a Roma il 20 giugno 1994 mentre è agli arresti domiciliari. Gran Maestro della Serenissima Gran Loggia Nazionale degli Antichi Liberi e Accettati Muratori; costituì l'Associazione Nobili del Sacro Romano Impero. Leader del partito monarchico, sostenitore del Fronte Nazionale Monarchico e del separatismo siciliano, fu indicato da Gaspare Pisciotta come uno dei mandanti della strage di Portella della Ginestra ([5]). Si diede latitante nel 1970 per sottarsi all'inchiesta sul fallito golpe del principe Junio Valerio Borghese, fu coinvolto nell'inchiesta sul gruppo di destra la Rosa dei Venti)

Taro
20-11-2008, 16: 55
abo, iddio benedetto, prima di tirare dei sassi nello stagno, assicurati che nello stagno ci sia l'acqua...

ABO
20-11-2008, 17: 19
ho capito taro.
lo so'che siete tutti dei tuttologhi e sapete tutto.
era giusto per vedere che roba c'e',oltre quella"GROSSA"ovviamente.

ad esmpio.
avv. Agneletto Branko (Trieste, passato ad altra Loggia, 291)

sto qua e'quello degli oroscopi!!!!!!!!!!!!
http://www.youtube.com/watch?v=NM22eRQuKwQ

Heathen
20-11-2008, 17: 41
Ehi!!!!!!!!!!!! Perchè io non ci sono?

E' un complotto!

lallo
20-11-2008, 18: 07
C'è anche Claudio Villa

agheranavecia!
20-11-2008, 18: 37
C'era meno figa che sul Forum !

ABO
20-11-2008, 18: 49
C'era meno figa che sul Forum !

dai aghera,dammi una mano a spulciare e tira fuori qualche perla anche tu.
li'dentro secondo me tra riesumati,parenti,riciclati,cantanti,psiconani,mod en...ehhh,volevo dire bolognesi, C'E'DI TUTTO.

blablandina come amadei
20-11-2008, 19: 13
chi cazzo sono Sergio Zerbini ed Elie Zocheib di Modena??

blablandina come amadei
20-11-2008, 19: 14
e il dott Domenico Rabino?

samuelson
20-11-2008, 19: 36
penso sia un ingegnere

blablandina come amadei
21-11-2008, 08: 48
agheranavecia è stato introdotto dopo, per questo non compare nelle liste

ABO
21-11-2008, 14: 57
dott. Paolo Mosca (Roma, 813)
il fratello di quel coglione di maurizio mosca.

scriittore da 3'categoria.:solo:

B ad Modna
23-11-2008, 11: 18
Maurizio Costanzo!!!!

Il Cantante Straziante
23-11-2008, 12: 00
e il dott Domenico Rabino?

è un ingegnere e padre di andrea rabino, ex velocista e centometrista della fratellanza e del g.s carabinieri

samuelson
24-11-2008, 12: 33
non volevo scendere così in particolari..........

barra
22-12-2008, 12: 46
Elie Zocheib , Rabino...dal nome son 2 giudei

occhiamandorla
22-12-2008, 17: 20
...come minimo

blablandina come amadei
23-12-2008, 10: 27
ne parlavo giusto l'altro giorno con basetta meccanica


FASCISMO e MASSONERIA

L’autore vuole provare, nonostante le smentite e la propaganda postbellica del GOI, che le compromissioni tra massoneria e fascismo furono numerose. Il punto di vista è quello di un deputato (eletto nel 1921) aderente alla obbedienza di Piazza del Gesù, che narra in prima persona risvolti poco conosciuti dei rapporti tra massoneria e regime.

“tutti sanno che la Massoneria italiana nel 1908 si scisse, mettendo a nudo brutalmente il dissidio tra i “simbolici” e gli “scozzesi”. I primi fondano ogni loro attività sulle Logge, che rappresentano la platea del teatro massonico e che all’epoca della scissione, avevano provocato il franamento per la dichiarazione di principio che la Massoneria italiana doveva seguire l’indirizzo democratico nell’ordine politico-sociale. I simbolici andavano dunque decisamente a sinistra, mentre gli scozzesi, partendo dal presupposto che in Massoneria non si fa politica, mascheravano dietro questa affermazione di principio, loro tendenze decisamente di destra.”(pp.32-33).È l’origine del contrasto che dura sino ai giorni nostri tra il GOI di Palazzo Giustiani e gli ortodossi scozzesi di Piazza del Gesù.

Dopo le elezioni del 1921 (pp.31 ss.) ad un atteggiamento tiepido e diffidente di Palazzo Giustiniani, fa riscontro al contrario un forte avvicinamento di Piazza del Gesù alla politica fascista: Bottai e Farinacci sono solo due dei nomi “eccellenti” di fratelli che aderiscono al gruppo fascista della Camera. Allora il fascismo era una minoranza parlamentare, con seguito però grande nel paese. Da notare come non caso la disposizione dei posti a sedere nel Gran Consiglio del fascismo, che vede i gerarchi sedere attorno a Mussolini, ricorda quella delle Logge massoniche dove i fratelli prendono posto attorno al Gran Maestro.

Mussolini era veracente avversario dei nazionalisti e, di risvolto, dei cattolici. Proprio questi ultimi, grazie a Don Sturzo, fecere cadere il Governo Giolitti, preparando con i governi Bonomi e Facta i presupposti per la Marcia su Roma (pp.49-50).

La fusione tra fascisti e nazionalisti rapresentò una svolta decisiva per la condotta del fascismo (pp.61ss.): la premessa per ‘annientamento della Massoneria. Il Partito Polare di Don Sturzo era indeciso e preoccupato, per ad assumere atteggiamenti conservatori rischiava di perdere il favore delle masse, al contrario con sentienti di sinistra temeva di urtare i sentimenti religiosi e cattolici della popolazione. in un quadro di debolezza reciproca di colloca il grande atto di forza di Mussolini, non ultima la deblezza della corona

Dopo la marcia su Roma, Palermi, Maestro di Piazza del Gesù, descritto come uomo mediocre (pp.69ss.), pensa sia giunto il momento di dare l’assalto a Palazzo Giustiani: Palermi credeva di liquidare Palazzo Giustiziani attraverso il patto con il fascismo, nel diluvio annegò però anche lui dal momento che l’ondata antimassonica si alimentava degli strali dei Nazionalisti ora alleati di Mussolini: gli stessi nazionalisti che poi tradiranno Mussolini il 25 luglio 1943, ossia i nazional-cattolici, pre catto-comunisti guidati da De Gasperi.

Fulvio Conti, Storia della massoneria italiana. Dal Risorgimento al fascismo

Giolitti presiede la “Commisione dei Diciotto” sulle riforme elettorali, è un vecchio ottantenne che così si esprime sui cattolici di De Gasperi “Quella è gente di cui non c’è mai da fidarsi…” (p.80).

Sul delitto Matteotti (pp.97 ss.) si riporta l’usuale versione circa l’eliminazione dell’avversario politico, in realtà oggi è acquisito che Matteotti fu eliminato per aver scoperta una “Tangentopoli” dell’epoca (riciclo e triangolazione di residui bellici della Grande Guerra)in cui erano coinvolti tutti, comprese le opposizioni. Il Terzaghi non riporta (malafede?) questi fatti, interessante però l’accenno al pellegrinaggio di operai sul luogo dove era stato rapito Matteotti, presagio per una rivolta di piazza in grande stile contro il fascismo mai avvenuta.

L’annientamento della Massoneria rappresentava il corollario di una serie di attentati contro Mussolini abilmente studiati e programmati. in particolare quello di Tito Zaniboni, che coinvolse il generale Capello, noto massone fu preparato con la collaborazione dei servizi segreti (pp.116-117).

Farinacci è sostanzialmente presentato come un opportunista, ottuso idiota: aderisce ad entrambe le obbedienze(pp.117ss.) ed è il responsabile del’estromissione dal partito fascista dell’autore. Un capitolo (pp.129 ss.) è dedicato al confino politico dell’autore, mentre chiudono il libro una serie di riflessioni sul ruolo e sulla funzione politica della Massoneria.

* * *

Michele Terzaghi, Fascismo e Massoneria, anastatica Arktos (senza data dell’originale), Carmagnola (TO) 2000, pp. 171.

ABO
17-09-2009, 03: 12
ho capito taro.
lo so'che siete tutti dei tuttologhi e sapete tutto.
era giusto per vedere che roba c'e',oltre quella"GROSSA"ovviamente.

ad esmpio.
avv. Agneletto Branko (Trieste, passato ad altra Loggia, 291)

sto qua e'quello degli oroscopi!!!!!!!!!!!!
http://www.youtube.com/watch?v=NM22eRQuKwQ



bellissimo anche questo:D
Gabriel Garko
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai a: Navigazione, cerca
Gabriel Garko, pseudonimo di Dario Gabriel Oliviero (Torino, 12 luglio 1974), è un attore italiano.





Biografia [modifica]
Nato a Torino il 12 luglio 1974, ha vissuto a Settimo Torinese. Il suo cognome d' arte (Garko) non deriva dal cognome della madre greca, come molti scrivono e dicono, perché sua madre e le sue origini sono siciliane. Lo si ricorda anche perchè vinse un'edizione di Mister Italia, vincendo il titolo di uomo più bello d'Italia.[senza fonte] Debutta nel 1995 nei fotoromanzi e come protagonista, insieme a Francesca Dellera, nel cortometraggio, presentato al Festival di Venezia, Troppo caldo di Roberto Rocco, che lo dirige anche nelle fiction tv Una donna in fuga del 1996 e Angelo nero del 1998, insieme all'attrice Sonia Grey.

Sul piccolo schermo esordisce nel 1996 con la miniserie tv di Rete 4, La signora della città, regia di Beppe Cino. Gira poi da protagonista numerose altre fiction tv, tra cui: Tre stelle, regia di Pier Francesco Pingitore, Il morso del serpente, entrambe del 1999, Villa Ada (2000), diretta anch'essa da Pier Francesco Pingitore, e Occhi verde veleno (2001), diretta da Luigi Parisi, uno dei registi con cui gira le tre stagioni della serie tv Il bello delle donne.

Nel 2006 è protagonista della miniserie tv L'onore e il rispetto, regia di Salvatore Samperi, e nel 2008 del film tv Io ti assolvo, regia di Monica Vullo, e della miniserie Il sangue e la rosa, per la regia di Salvatore Samperi, Luigi Parisi e Luciano Odorisio.

Tra i suoi lavori per il grande schermo, ricordiamo: Paparazzi (1998), regia di Neri Parenti, Le fate ignoranti (2001) di Ferzan Ozpetek, Senso 45 di Tinto Brass, e Callas forever di Franco Zeffirelli, entrambi del 2002. Nel 2007 torna nelle sale con il film di Leonardo Pieraccioni, Una moglie bellissima, e nel 2008 con Aspettando il sole, regia di Ago Panini.

Nell'autunno del 2009 è protagonista della miniserie L'onore e rispetto - Parte seconda, regia

Demasiado
17-09-2009, 07: 37
c'era anche Dalla Chiesa mi sembra....

Cicchitto.........

molta gente che ha cariche istituzionali....

Giallobalordo
17-09-2009, 11: 53
Quello è l'eleno minimo.. gli elenchi veri furono lasciati a Gelli da Finanzieri a loro volta presenti negli elenchi che dovevano sequestrare.
Tutti i servizi e tutta la finanza era Piduista.

L'italia è piduista.

Oggi infatti al governo c'è la P2.

geppo
17-09-2009, 12: 56
p2 che sta per 2 volte puttaniere

Giallobalordo
17-09-2009, 13: 21
Pure il partito di "opposizione" si chiama Pi Due (abbreviato, si intende)

agheranavecia!
17-09-2009, 14: 17
Quello è l'eleno minimo.. gli elenchi veri furono lasciati a Gelli da Finanzieri a loro volta presenti negli elenchi che dovevano sequestrare.
Tutti i servizi e tutta la finanza era Piduista.

L'italia è piduista.

Oggi infatti al governo c'è la P2.


integrati dall Opus Dei

che non sono la medesima cosa

geppo
17-09-2009, 14: 25
Pure il partito di "opposizione" si chiama Pi Due (abbreviato, si intende)
:ahahahha:

Pit-182
17-09-2009, 18: 54
Gelli secand me era solo un pazzo. Mandato a fare quella bazza lì da qualcunaltro, più potente e probabilmente ancora più pazzo di Gelli.

L'iscrizione alla loggia era sicuramente indice di prestigio (stile Rotary :asd:) e magari forniva un casino di agevolazioni. Ma per me la faccenda finiva lì. Il resto sono stronzate a cui credeva (e forse crede tutt'ora) quasi solo Licio Gelli.

Trattasi sempre di una loggia massonica e di una storia abbastanza "losca". Da dio che tutti i responsabili subiscano una pena.

Fare però discorsi pseudoapocalittici sulla P2 e sulla sua influenza sull'odierna Italietta bla bla bla è quanto meno azzardato: non si sa niente di niente (forse perchè a parte il compasso e i simboli eccettera non c'era proprio NIENTE, se non forse le ambizioni di Gelli o qualche idiota, chissà).

Però pensate un attimo a tutti quegli affaristi pieni di soldi milanesi che compaiono su quelle liste. Secondo voi la domenica avevano veramente voglia di andarsi a tanare in quella specie di cantina rancida a parlare del futuro di una specie di Italia migliore pseudo oligarchica con quel cretino del signor Licio Gelli? gente come il Berlusca?

Torre
18-09-2009, 11: 45
www.namebase.org

....provate anche li..

Giallobalordo
18-09-2009, 13: 35
Ma guarda Pit, sottovaluti parecchio.
Ti ricordo che Sindona e Calvi erano della loggia.
Ti ricordo che il liquidatore della banca privata di Sindona, l'hanno fatto fuori.
Ti ricordo che tutti i servizi segreti erano iscritti e che Gelli aveva contatti quotidiani con la cia.
Ti ricordo che in italia c'erano strutture militari quali ad esempio gladio.
Ti ricordo che la P2 era molto vicina ai poteri mafiosi.
Ti ricordo che i poteri mafiosi attraverso una banca in cui lavorava il padre del berlusca hanno finanziato il berlusca.
Ti ricordo che quell'ìitalia oligarchica di cui parli oggi è pienamente attuata.
Che se leggi il piano della P2 oggi è praticamente tutto riuscito, coime per altro ammette tutto allegro quel maiale bombarolo di gelli ex repubblichino ( a proposito di epurazioni)
Un consiglio, prenditi qualche cosa sulla storia della P2.
Scopprirai cose abvbastazna sorprendenti, e non congettue, ma cose che risultano dagli atti giudiziari e della commissione parlamentare.

Taro
18-09-2009, 13: 55
Ti ricordo che i poteri mafiosi attraverso una banca in cui lavorava il padre del berlusca hanno finanziato il berlusca.


Perchè testa di cazzo non ti presenti nel primo Tribunale e presenti denuncia?

erriko
18-09-2009, 15: 44
Ti ricordo che i poteri mafiosi attraverso una banca in cui lavorava il padre del berlusca hanno finanziato il berlusca.


Perchè testa di cazzo non ti presenti nel primo Tribunale e presenti denuncia?

forse perché il processo è già in corso e in primo grado dell'utri si è beccato nove anni.

ABO
18-09-2009, 15: 53
mavala'(cit.)

blablandina come amadei
18-09-2009, 17: 53
il lodo alfano è un atto dovuto di fiducia (cit.)

matsugara
18-09-2009, 18: 47
Ti ricordo che i poteri mafiosi attraverso una banca in cui lavorava il padre del berlusca hanno finanziato il berlusca.


Perchè testa di cazzo non ti presenti nel primo Tribunale e presenti denuncia?

Taro... leggi (http://it.wikipedia.org/wiki/Piano_di_rinascita_democratica)

agheranavecia!
19-09-2009, 09: 55
Ma guarda Pit, sottovaluti parecchio.
Ti ricordo che Sindona e Calvi erano della loggia.
Ti ricordo che il liquidatore della banca privata di Sindona, l'hanno fatto fuori.
Ti ricordo che tutti i servizi segreti erano iscritti e che Gelli aveva contatti quotidiani con la cia.
Ti ricordo che in italia c'erano strutture militari quali ad esempio gladio.
Ti ricordo che la P2 era molto vicina ai poteri mafiosi.
Ti ricordo che i poteri mafiosi attraverso una banca in cui lavorava il padre del berlusca hanno finanziato il berlusca.
Ti ricordo che quell'ìitalia oligarchica di cui parli oggi è pienamente attuata.
Che se leggi il piano della P2 oggi è praticamente tutto riuscito, coime per altro ammette tutto allegro quel maiale bombarolo di gelli ex repubblichino ( a proposito di epurazioni)
Un consiglio, prenditi qualche cosa sulla storia della P2.
Scopprirai cose abvbastazna sorprendenti, e non congettue, ma cose che risultano dagli atti giudiziari e della commissione parlamentare.


rilevo solo che

Gelli sostanzialmente era uno sfigato, considerato sfigato anche dai "fratelli" del Goi, la massoneria regolare,

1)Che Craxi, il maggior beneficiante di Berlusconi era antimassone per eccellenza, non fece mai parte di alcuna loggia e tantomeno della p2.

2)La p2, soprattutto visti i nomi, più che essere un circolo di sovversione pareva il tennis club, tantochè la percentuale di militari nella p2 è INFERIORE a quella dei militari nel GOI (le cui liste sono pubbliche)

3)L'affare Calvi e le relative morti, più che essere riconducibile alla p2 è legato a tutti i soldi che il vaticano fece transitare tramite il Banco ambrosiano verso Solidarnosch ed al MEGABUCO creatosi dalla malagestio della banca che era esposta in dollari in maniera mostruosa quando il dollaro era a 900 lire e si trovò con la stessa esposizione e il dollaro a 1700 lire.

Un bagno di sangue visto l'effetto leva.

Ovvio che per un ammanco di entità rapportabile a una finanziaria qualcuno si potesse offendere, soprattutto se è vero come pare che sull' AMBROSIANO transitassero soldi copiosi delle cosche che si trovarono di fatto i soldi bloccati quando l'ambrosiano SALTO'.

4) la CIA aveva rapporti con pressoché ogni sfigato che avesse una parvenza di carica pubblica nel dopoguerra e del resto basta leggere il sito di Gelli per vedere che è un millantatore che può benissimo avere ingigantito i rapporti con la cia (che sono veramente avvenuti)

5)Il piano di rinascita nazionale Gelli lo ha scritto seriosamente ma mai lo ha perseguito, del resto non capisco come avrebbe potuto farlo, lo consegnò a cossiga e lo distribuì in giro come si distribuiscono i curriculum, preso peraltro sottogamba dal 99% di quelli che lo leggevano.
Tra l'altro il testo del piano di rinascita che circola adesso è DIFFERENTE da quello che Gelli studiò, è un pò come le quartine di nostradamus sull' 11/9, le leggi e strabuzzi gli occhi dicendo "CAZZO!", poi vai a cercare nei testi originali e vedi che quelle quartine non ci sono.

Ad ogni modo il Venerabile è un personaggio Brutto, affarista losco e pericoloso, invischiato in traffici e maneggi.

agheranavecia!
19-09-2009, 10: 09
Quello è l'eleno minimo.. gli elenchi veri furono lasciati a Gelli da Finanzieri a loro volta presenti negli elenchi che dovevano sequestrare.
Tutti i servizi e tutta la finanza era Piduista.

L'italia è piduista.

Oggi infatti al governo c'è la P2.

gli elenchi veri di cui si parla pare esistano ma sono probabilmente in sudamerica; salteranno fuori tra 50 anni quando i nomi della lista saranno relativi a DEFUNTI.

Quanto al resto,...l'ITALIA è PIDUISTA per un semplice motivo; Gelli dava le tessere in bianco già firmate ai capiloggia locali, con l'indicazione di affiliare TUTTI quelli più in vista all' interno delle sezioni di partito (psi in testa) e i Militari; così successe una cosa; non è che la Loggia appartenevano i Potenti; era la Loggia che andava ad affiliare i potenti e i politici; molti di questi erano assolutamente non frequentanti, disinteressati, alcuni appresero della affiliazione a pubblicazione delle liste, o almeno ne compresero le implicazioni a cose avvenute.

Non era la P2 una loggia cui aderivano i potenti quindi, era una loggia che andava ad affiliare la gente che lo era già, con azione di proselitismo postuma.

Essendo l'italia una nazione che non ha mobilità sociale è naturale che a 30 anni di distanza se leggi i nomi vedi che è gente potente; ....ma non è gente che è assurta agli onori TRAMITE la TRAMA della P2,...eran già persone che eran destinate alla carriera o avevan GIA' posizioni importanti.

Questo sostanzialmente crea l'immagine di una "setta" di potenti che tramano, quando perlopiù il 90% dei nomi erano di facciata; l'altro 10% faceva affari,...loschi peraltro.

Berlusconi ad esempio non era quello che è adesso ma aveva già un pacco di stramiliasoldi PRIMA della P2,....... ed è notorio che Berlusconi ha tratto vantaggi PRIMA dalla politica,...POI dalla p2

agheranavecia!
19-09-2009, 10: 12
Sennò.....essendo che ogni parlamentare ha l'abbonamento ad ogni quotidiano a diffusione nazionale potremmo anche dire, in una visione parziale che l'italia è in mano a parlamentari con l'abbonamento al MANIFESTO, se ne pubblicassimo l'elenco oggi troveremmo anche Cicchitto, capezzone, fini.......

partigiano
21-09-2009, 08: 57
Ma guarda Pit, sottovaluti parecchio.
Ti ricordo che Sindona e Calvi erano della loggia.
Ti ricordo che il liquidatore della banca privata di Sindona, l'hanno fatto fuori.
Ti ricordo che tutti i servizi segreti erano iscritti e che Gelli aveva contatti quotidiani con la cia.
Ti ricordo che in italia c'erano strutture militari quali ad esempio gladio.
Ti ricordo che la P2 era molto vicina ai poteri mafiosi.
Ti ricordo che i poteri mafiosi attraverso una banca in cui lavorava il padre del berlusca hanno finanziato il berlusca.
Ti ricordo che quell'ìitalia oligarchica di cui parli oggi è pienamente attuata.
Che se leggi il piano della P2 oggi è praticamente tutto riuscito, coime per altro ammette tutto allegro quel maiale bombarolo di gelli ex repubblichino ( a proposito di epurazioni)
Un consiglio, prenditi qualche cosa sulla storia della P2.
Scopprirai cose abvbastazna sorprendenti, e non congettue, ma cose che risultano dagli atti giudiziari e della commissione parlamentare.


rilevo solo che

Gelli sostanzialmente era uno sfigato, considerato sfigato anche dai "fratelli" del Goi, la massoneria regolare,

1)Che Craxi, il maggior beneficiante di Berlusconi era antimassone per eccellenza, non fece mai parte di alcuna loggia e tantomeno della p2.

2)La p2, soprattutto visti i nomi, più che essere un circolo di sovversione pareva il tennis club, tantochè la percentuale di militari nella p2 è INFERIORE a quella dei militari nel GOI (le cui liste sono pubbliche)

3)L'affare Calvi e le relative morti, più che essere riconducibile alla p2 è legato a tutti i soldi che il vaticano fece transitare tramite il Banco ambrosiano verso Solidarnosch ed al MEGABUCO creatosi dalla malagestio della banca che era esposta in dollari in maniera mostruosa quando il dollaro era a 900 lire e si trovò con la stessa esposizione e il dollaro a 1700 lire.

Un bagno di sangue visto l'effetto leva.

Ovvio che per un ammanco di entità rapportabile a una finanziaria qualcuno si potesse offendere, soprattutto se è vero come pare che sull' AMBROSIANO transitassero soldi copiosi delle cosche che si trovarono di fatto i soldi bloccati quando l'ambrosiano SALTO'.

4) la CIA aveva rapporti con pressoché ogni sfigato che avesse una parvenza di carica pubblica nel dopoguerra e del resto basta leggere il sito di Gelli per vedere che è un millantatore che può benissimo avere ingigantito i rapporti con la cia (che sono veramente avvenuti)

5)Il piano di rinascita nazionale Gelli lo ha scritto seriosamente ma mai lo ha perseguito, del resto non capisco come avrebbe potuto farlo, lo consegnò a cossiga e lo distribuì in giro come si distribuiscono i curriculum, preso peraltro sottogamba dal 99% di quelli che lo leggevano.
Tra l'altro il testo del piano di rinascita che circola adesso è DIFFERENTE da quello che Gelli studiò, è un pò come le quartine di nostradamus sull' 11/9, le leggi e strabuzzi gli occhi dicendo "CAZZO!", poi vai a cercare nei testi originali e vedi che quelle quartine non ci sono.

Ad ogni modo il Venerabile è un personaggio Brutto, affarista losco e pericoloso, invischiato in traffici e maneggi.

io ho avuto modo di parlare qualche volta con Tina Anselmi, presidente della commissione d'inchiesta sulla P2 (siamo stati insieme in un organismo nazionale per tre anni), e la sua rappresentazione del sistema creato da Gelli non era così all'acqua di rose. Lo dimostra il fatto che i lavori della commissione, in particolare la relazione finale, sono stati messi sostanzialmente in un cassetto. Lei era molto delusa e preoccupata dalla mancata reazione del mondo politico.

blablandina come amadei
21-09-2009, 09: 02
a me spaventa che qualcuno voglia "sminuire" l'opera piduista facendo passare alcune come come coincidenze

agheranavecia!
21-09-2009, 09: 28
a parte che credo che anche parlando con Guzzanti dei lavori della commissione Mitrokin avresti l'impressione di un impianto formidabile su cui scavare; detto questo la P2 era una struttura para-eversiva;, era finanziata da fondi neri, fondi cia, ed altre amenitàè che Gelli usò a meri fini personalistici, ammettere però che la P2 non aveva i mezzi per sovvertire l'ordine statale è di fatto riconoscere l'ovvio, la p2 aveva come scopo fondante UTILIZZARE LO STATO, non sovvertirlo o cambiarne le regole, SEMMAI aveva come idea generatrice quella di IMPEDIRNE la mutazione (sennò non avremmo avuto il coinvolgimento dei fondi americani)


Poi c'è la questione centrale; anche a sostenere che p2 si proponeva di essere un convettore in cui Mafia, politica ed affari potessero parlare e confrontarsi, facendo affari, è ammettere l'ovvio, ed allora la Tina Anselmi ha ragione se afferma che si è insabbiato tutto. Ma se parli di malaffare, fondi neri, appalti truccati affermi un sistema alla quale la p2 era funzionale e che c'era PRIMA e c'è stato DOPO la p2 stessa.

Contesto la p2 come centro di sovversione che possa avere sviluppato un PROGETTO che SIA ANCORA IN ATTO, è invece dato storico fosse centro di contatto tra stato, parastato e criminalità orgaanizzata.

Non vedo dove stia il nesso tra questo e l'idea di deriva presunta fascista dello stato di oggi

agheranavecia!
21-09-2009, 10: 37
partigiano, ti ha cercato Pignatti ma non è riuscito a contattarti

agheranavecia!
21-09-2009, 10: 43
oltre a ciò la p2 era una loggia; deviata ma loggia, e le logge si sa sono laiche se non anticlericali.

Se davvero il piano delle logge massoniche fosse stato attuato o in atto come si spiegherebbe la deriva teoconservatrice del governo tutto sempre pronto a fare la riverenza alla parte più oscurantista della chiesa stessa ?

Ricordo che PRIMA del piano massonico che voi paventate in italia passò l'ABORTO, il DIVORZIO ed altri ammenniccoli che paion molto più Massonici e laici che non i dibattiti stucchevoli sul fine vita che si fanno oggi.

Se c'è un potere oscuro che trama e opera quello deriva da ben altra fonte che non la massoneria che invero negli ultimi 20 anni, scottata anche dal caso p2, si è piuttosto ritirata in eremi iniziatici e filosofeggianti.

Io vedo chiaro come il sole l'infiltrazione oscurantista di gruppi organici alla chiesa ma che con essa necessariamente NON coincidono; e di questa mi preoccupo.

agheranavecia!
21-09-2009, 10: 44
se volete posso essere più chiaro.

agheranavecia!
21-09-2009, 10: 46
o se volete potete andare a vedere cosa sta succedendo nelle facoltà di Farmacia e Medicina e CHI sta tentando di inserire in massa "propri" studenti e di "reclutarne" di già in corso magari vi fate una idea.

A questo punto spero nella massoneria residua all' interno degli atenei perchè vigili e tenga lontane le orde oscurantiste e franchiste

canna-rina
21-09-2009, 10: 51
Francamente penso che chi puó capire abbia capito;
del tuo discorso vorrei solo commentare una cosa. Lo scopo é il potere, il mezzo si puó chiamare mafia, camorra, gladio, p2...o tutte queste cose insieme...o una di queste cose liberamente rivisitate...non perderti in analisi di ortodossia del pensiero o di continuitá dei gruppuscoli, anche se so che con un non materialista come te é impossibile...
partigiano é stato imprigionato per aver infiltrato un commando austriaco ieri ad un´assemblea partigiana, portagli le arance.

agheranavecia!
21-09-2009, 11: 10
Arance con dentro nascoste una squadra e un compasso

canna-rina
21-09-2009, 11: 11
Non volevo sputtanarlo cosí impunemente sul forum, comunque ho fiducia in te.
Le arance le pago io dato che il commando l´ho formato io...
il resto ce lo metti tu che hai giá tutto in casa...

agheranavecia!
21-09-2009, 11: 15
andrà bene lo stesso un righello ?

canna-rina
21-09-2009, 11: 18
andrà bene lo stesso un righello ?

Non far mica piangere i pargoli peró...

Torre
21-09-2009, 15: 31
o se volete potete andare a vedere cosa sta succedendo nelle facoltà di Farmacia e Medicina e CHI sta tentando di inserire in massa "propri" studenti e di "reclutarne" di già in corso magari vi fate una idea.

A questo punto spero nella massoneria residua all' interno degli atenei perchè vigili e tenga lontane le orde oscurantiste e franchiste

Tua padre era un piduista?
Ne sai a pacchi e non vorrei che oltre che goliarda ...fosse anche uno della P2.
:phear:

partigiano
21-09-2009, 19: 06
partigiano, ti ha cercato Pignatti ma non è riuscito a contattarti

come mai?

agheranavecia!
21-09-2009, 19: 27
o se volete potete andare a vedere cosa sta succedendo nelle facoltà di Farmacia e Medicina e CHI sta tentando di inserire in massa "propri" studenti e di "reclutarne" di già in corso magari vi fate una idea.

A questo punto spero nella massoneria residua all' interno degli atenei perchè vigili e tenga lontane le orde oscurantiste e franchiste

Tua padre era un piduista?
Ne sai a pacchi e non vorrei che oltre che goliarda ...fosse anche uno della P2.
:phear:

no, però da giovane era uguale sputato a mino pecorelli.

agheranavecia!
21-09-2009, 19: 28
partigiano, ti ha cercato Pignatti ma non è riuscito a contattarti

come mai?

la domanda riguarda il fatto che ti ha chiamato o che non ti è riuscito a trovare ?

blablandina come amadei
21-09-2009, 20: 00
onore al babbo di aghera

partigiano
21-09-2009, 22: 07
partigiano, ti ha cercato Pignatti ma non è riuscito a contattarti

come mai?

la domanda riguarda il fatto che ti ha chiamato o che non ti è riuscito a trovare ?

scusa, non ho capito se ha provato e non ho risposto (in questi giorni ho lavorato all'archivio di stato e tenevo spento il telefono) o se non è riuscito a chiamarmi

Giallobalordo
22-09-2009, 09: 00
Gelli iscrisse alla loggia numerosi pretazzi, cardinali ecc.
la loggia chiamata P2 ormai era completamente distaccata, superiore, autonoma, eccentrica, rispetto alla massoneria italiana.

Era un associazione che svolgeva interessi organici ad alcuni settori, anticomunisti e profondamente filo atlantici.

Cossiga se gli chiedevano di ruttare., prima chiamava gelli, che poi chiamava i 'mericani, e poi all'inverso dava o no il permesso a kossiga di ruttare.

io del resto sono straconvinto che la storia dell'italia nel dopoguerra ha come evento fondante, a livello di rappresentatività, Portella della Ginestra.

Diciamo che Aghera dice che in quel periodo hano fatto divorzio, aborto ecc..., ma li non è che Gelli volesse il divorzio, li è che in alcuni anni, p2 o non p2, alcune cose dovevi concederele, anche economicamente, e perché in tutta europa le concedevano, e perhé c'era comunque un partito, anch'essi in qualche modo legato a poteri transnazionali, che ti obbligava a farlo.
Fino a che hai un movimento coeso di popolo, è dura anche pr la P2..
Non a caso qualche bombetta l'han messa, e li la P2 centrava.

Sminuire il ruolo politico della P2 in quegli anni è ridicolo.
vero che alla P2 in ministero che interessava di più non era nè l'interni nè gli esteri, ma il commercio con l'estero. I massoni volevano far soldi. E quindi il controllo della finanza era decisivo.

'però in tutti gli affari più loschi dell'italia dell'epoca, da Piazza Fontana, alla stazione di bologna, al rapimento moro, in mezzo c'è l'odore della P2 (insieme a mafia, camorra, banda della magliana, cia, e compagnia bella)

Su Calvi, vero quelllo che dici, ma non dimenticare che con lo IOR i contati iniziarono quando Calvi non era ancora nessuno, e fu Sindona a far buchi da spavento con soldi di marcinkus, e poi Calvi.
Sindona è un perfetto esempio di un mafioso dichiarato, vicino a Andreotti, soidale di Gelli, amicissimo degli americani.
Una sintesi notevole.
Calvi il suo allievo prediletto.
pare, e sono agli atti della commissione come ammissioni dello stesso Cuccia, se la memoria non mi inganna, che Sindona a Cuccia gli disse che o gli dava na mano o lo faceva ammazzare, e cuccia si cagò in mano.
Poi magari Cuccia esagera, però rimane che il personaggio era questo.
Andreotti provò anche a salvarlo per l'affare Ambrosoli, ammazzato come un cane.

Stiamo parlando di gente che coperta dal potere politico e dai finanzieri, faceva buchi
spaventosi che poi ripagavano i soliti coglioni, ovvero i nostri padri.
Si parla di cifre spaventose, fatte girare, uniti nel malaffare, da politica mafia e affaristi, sotto l'unificante cappello dell'anticomunismo.
Si era pur sempre in guerra fredda.

E il colpo di stato Borghese op.k., che non si fece, ma la preparazione ci fu, e dagli atti giudiziari ne esce un gruppo d'amici che comprendeva: una fetta dell'esercito, tutta la finanza, quasi tutti i servizi segreti, l'esercito americano in stanza in italia, la magia, una combricola niente male insomma.

POI, dire che a loro bastava poter non rispettare nessuna regola, e non tanto cambiare le regole, beh, ci sta.

Giallobalordo
22-09-2009, 09: 04
In realtà no è cha la P2 volesse cambiare che so, la costituzione, o trasformare lo stato in uno stato autoritario.
la P2 voleva, e vuole, fa esattamente quello che sta facendo in Italia.
Ovvero, limitar i diritti, mantenendo una cappa di supposta democrazia.

Ed è riuscita a farlo.

Torre
22-09-2009, 09: 52
onore al babbo di aghera

sicuro un piduista..sicuro.
:gibellini:

agheranavecia!
22-09-2009, 14: 23
onore al babbo di aghera

sicuro un piduista..sicuro.
:gibellini:

mio padre era nella Loggia del Leopardo col padre di Ricky Cunningham.

blablandina come amadei
22-09-2009, 15: 11
onore al babbo di aghera

sicuro un piduista..sicuro.
:gibellini:

che io sappia faceva parte della congrezione del fermi

blablandina come amadei
22-09-2009, 15: 13
Si era pur sempre in guerra fredda.

POI, dire che a loro bastava poter non rispettare nessuna regola, e non tanto cambiare le regole, beh, ci sta.

penso che si possa sintetizzare anche in 2 frasi ormai

Torre
22-09-2009, 15: 30
hihihihihiihihihihihih.
Mitica la Loggia del Leopardo!